Ponga: la Bellezza di una scelta radicale

Impressioni dopo la Professione di Teodora
Autore:
Bagotta, Sonia
Fonte:
CulturaCattolica.it
Vai a "Altri amici"

Finalmente è arrivato il 4 ottobre, giorno tanto atteso da Teodora, giorno in cui affida totalmente la sua vita nelle mani del Signore.
La piccola comunità della monache di Pietrarubbia, nella persona di suor Maria Gloria del Cuore Immacolato di Maria, accoglie questa giovane donna, speranza di questa umanità in frantumi e bisognosa di testimoni di quel “Bellissimo” capace di mutare le sorti del mondo.
“La Bellezza salverà il mondo!”, quella bellezza che questa piccola comunità, vive e sperimenta ogni giorno e con umiltà cerca di trasmettere a chi a lei si accosta.
Un piccolo grande evento (questa professione), come ricorda nell’omelia, sua Ecc. za Mons. Velasio de Paolis; un giorno importante per la Chiesa, ma anche per l’umanità, perché ogni anima che si consacra interamente a Cristo, si fa dono totale e incondizionato anche a tutti gli uomini.
Teodora è raggiante nel giorno delle sue nozze, è pronta a divenire la sposa di quel Gesù che quotidianamente incontra durante le ore di Adorazione e nelle faccende quotidiane.
I suoi occhi come faro lasciano trasparire una gioia indicibile, quasi contagiosa.
Ecco lo sguardo di colei che ha incontrato quell’amore che da vero senso e pienezza alla vita dell’uomo, di ogni uomo, pare volerci rammentare le parole di papa Karol: “la più grande rivelazione per l’uomo di tutti i tempi: Dio è amore!”.
In un mondo che ha perduto i valori e la meta da perseguire per dare un senso pieno alla vita, ci sono ancora, giovani capaci di scelte forti, radicali, ma soprattutto di giovani desiderosi di testimoniare Cristo; capaci di riportare nei cuori smarriti, quel desiderio di Eternità a cui anela ogni uomo anche se non lo sa…
Grazie Teo!