I personaggi: Ecco la protagonista

ovvero: Caterina Sordini futura Madre Maria Maddalena dell’Incarnazione. Chi sarà l'attrice prescelta? Le ricerche sono aperte... Per descrivere la personalità della Madre riportiamo la lettura calligrafica approntata dalla Dott.ssa Carla Motta, allieva del Prof. Moretti. In fondo trovate l'immagine più attendibile di Madre Maria Maddalena e, quando ci sarà, la fotografia dell'attrice prescelta.
Autore:
Motta, Carla
Fonte:
CulturaCattolica.it
Vai a "Operazione Film"

Scheda
Nome da ragazza: Caterina Sordini (Nome per intero: Caterina, Maria, Francesca, Antonia)
Nome da religiosa: suor Maria Maddalena del'Incarnazione
Nascita: Porto Santo Stefano (GR) il 16 aprile 1770, lunedì dell'Angelo
Entra fra le francescane di Ischia di Castro (VT) febbraio 1788
Vestizione: 26 ottobre 1788
Visione dell'Ostensorio e nuova chiamata: 19 febbraio 1789
Professione: 28 ottobre 1789
Diventa Superiora delle Francescane: 20 aprile 1802
Parte per avviare a Roma la nuova Fondazione: 31 maggio 1807
Prima approvazione del nuovo Istituto: 2 febbraio 1808
Persecuzione ed esilio da parte dei Giacobini: 1811
Ritorno a Roma: 19 marzo 1814
Vestizione da Adoratrice: 18 settembre 1817
Morte 29 novembre 1824

Perizia calligrafica
Caratterizzano la personalità di Caterina Sordini la forza del sentimento, la sensibilità, la capacità di avere emozioni e di vibrare intensamente in sintonia con i momenti della vita. Le sue scelte nascono dall'impeto del suo sentimento, a volte si potrebbe dire dalla passionalità dell'animo verso gli obiettivi da raggiungere. E' in questa fase di operatività che si pone la sua razionalità anche se in lei l'intervento della ragione sia quasi successivo alla scelta. Infatti il suo senso critico, piuttosto carente è travolto dalla impulsività ed è appunto con la forza della passione che sceglie le sue mete e le persegue con determinazione, senza preoccupazioni critiche, spinta soprattutto dal desiderio di operare per il fine prescelto.

Più che da particolari capacità di sceverare e di riflettere con acutezza, riesce ad osservare il problema in primo piano ben ancorata alla realtà del quotidiano e con un certa psicologia degli eventi. Nel momento della realizzazione in lei trovano armonia la forza del sentimento e quella dell'idealizzazione che le danno il senso dell'attesa necessaria e della riflessione affinché il suo agire non sia solo abbandono emotivo ma anche vigilanza e controllo da parte della mente e dello spirito. Proprio in questa fase si rivela la forza della sua volontà e la determinazione delle sue decisioni che la rendono sicura nel cammino da percorrere nonostante momenti di forte emotività, di ansia e di stress che certamente ha sentito con intensità . La sua predisposizione all'azione è accompagnata da energia vitale, spirito di autonomia e capacità di affrontare le lotte. E' persona piuttosto inflessibile, severa prima di tutto verso se stessa, sa però ammantare la sua intransigenza verso gli altri di amabilità, di senso dell'attesa e della capacità del dialogo di conciliazione ma anche del coraggio di osare. Nelle relazioni interpersonali è disponibile ed ha grande partecipazione agli eventi lieti e tristi dell'ambiente in cui vive e opera. E' persona che risente positivamente di un'infanzia serena in cui le emozioni sono un fattore animatore della sua mente e del suo animo, tuttavia, per la sua particolare emotività può avere reazioni improvvise specialmente quando riscontra mancanze di lealtà nelle relazioni interpersonali, perché vuole la lealtà e la chiarezza in ogni agire.
Dall'analisi grafologica l'orgoglio risulta essere una delle caratteristiche del suo carattere perciò tende ad essere reattiva quando, sotto questo aspetto, si sente ferita. Nella subitaneità degli impulsi può, a volte, non essere del tutto obiettiva nella valutazione delle persone, soprattutto perché i rapporti creati la inducono, per il suo carattere a voler essere ascoltata e, anche se non manca della capacità di comprensione, tende a voler dominare la situazione rischiando talora di mortificare gli altri pur senza averne la volontà.

Questi possibili momenti tuttavia non lasciano in Lei strascichi di risentimento essendo facile alla riconciliazione. Si è detto che la persona per la sua natura estroversa dimostra verso gli altri partecipazione, calore umano, capacità di vibrare intensamente, tutto questo ovviamente si riflette anche nel campo erotico sentimentale perché è persona che ama con tutta se stessa, capace di grande trasporto, di passione ma anche, di forti reazioni e di grandi ideali, non dimentica mai però del senso della propria dignità.

Scopri la protagonista guardando le foto.
Per saperne di più sull'attrice

Leggi tutta la Perizia Calligrafica