Il Cantico di Maddalena in dirittura d'arrivo

Il Film su Madre Maria Maddalena dell'Incarnazione realizzato da Mauro Campiotti in collaborazione con le Adoratrici Perpetue del Santissimo Sacramento è giunto a una tappa importante. In questi giorni si è concluso il lavoro di doppiaggio in italiano e avrà inizio la lunga procedura per la distribuzione del film.
Autore:
Monache dell'Adorazione Eucaristica
Fonte:
CulturaCattolica.it
Vai a "Operazione Film"

Il doppiaggio in italiano è finito. Sembra un sogno. Il percorso ci appare lungo lunghissimo e l’averlo compiuto fino in fondo appare incredibile. Eppure è così.
(Guarda le foto del doppiaggio sul blog Il Cantico di Maddalena).
Mentre siamo in attesa di rivedere il film in italiano, già si delineano all’orizzonte le prime possibilità di divulgazione e pubblicizzazione del lavoro. A New York, in Messico con la versione spagnola (in settembre), probabilmente alla Rai in luglio, forse al meeting di Rimini.
Tutto si muove, dunque, lentamente, ma provvidenzialmente legato all’evento del Congresso Eucaristico internazionale di Ancona. Tra i testimoni italiani dell’amore all’Eucaristia, Madre Maria Maddalena è in prima linea e il film lo documenta ampiamente.

Mettiamo qui di seguito alcuni video realizzati in fase di produzione che ci mostrano alcune scene del film:

Caterina Sordini è ancora a Porto Santo Stefano, in famiglia, ha ricevuto il pegno di nozze dal fidanzato ma comprende che il suo destino è un altro…

Caterina Sordini a Porto Santo Stefano



La vestizione da novizia nel Monastero francescano di Ischia di Castro

La vestizione da novizia



Nell’orto del Monastero di Ischia di Castro. Caterina è ormai suor Maria Maddalena dell’Incarnazione, sta svolgendo il suo lavoro nell’orto ma incontra l’ostilità e l’incomprensione di alcune sorelle…

Nell’orto del Monastero di Ischia di Castro



La persecuzione giacobina e il canto Victimae Paschali laudes, realizzato dal vivo dall’attrice, Silvia Ferretti e... da noi, monache dell’adorazione eucaristica di Pietrarubbia.

La persecuzione giacobina